Crea sito
 
AUTODIFESA - SELF DEFENSE  2018 [X] Click for English version.

(C) 2005-2018 Matteo & Giovanna
INTRODUZIONE
Schema di lettura
Precisazioni

Narrazione
Racconto-X

Iter giudiziario
del nostro caso

Introduzione e mappa-X
2004

Primo esposto-X
2005
Procura Roma-X
Procura Milano-X
2006
Questura Brescia-X
Procura Napoli-X
Procura Perugia-X
Carabinieri Città di Castello-X
  2007
Questura di Terni-X
Procura Firenze-X
2008
Esposto/Den contro il direttore della Caritas
Procura di Firenze-X

2009
Denuncia art 612bis-X
Invio di "Screening"-X

2010:Fase "Mare Nero"
Fase Mare Nero
 Invio "BlackCat"
ai Carabinieri

di Città di Castello-X

Carabinieri M,
maggio-X

 
Foglio di Via della PS
di agosto 2010-X
2012
Esposto su
Mobbing sociale-X

2013
Diffida e Denuncia
per omissioni. -X

2014-2017
aggiornamenti-X

Materiale
Elenco Dossier pdf
The Blackcat -X
Veneto Background -X

Giornali, TV, Censura
  Giornali e TV
La censura nei motori di ricerca
 

Pagine storiche
come sono nate ed evolute le pagine e siti storici collegati
Pagine storiche

F.A.Q.
Contatti
Codici MD5
 FB

 
Nel 2001 per salvarci la vita abbiamo abbandonato il paese di nascita, e ci siamo trasferiti in provincia di Padova, tagliando tutti i rapporti con la terra natia. Nonostante i nostri sforzi , nel 2004 [x] si è intensificata una serie di fatti contro le nostre persone che ci ha portato, per difenderci, a chiedere aiuto alle forze dell'ordine e alla magistratura. Davanti a questi fatti le autorità sono rimaste immobili, e noi per salvarci, abbiamo dovuto arrangiarci e abbandonare una normale esistenza e lavoro. Ed è in questo contesto  che nel 2005  è nata l'esigenza di rendere pubblica la vicenda ed è nata "Autodifesa-Self defense"[x]. Dal 2005 al 2017 ci siamo spostati varie volte nel territorio italiano. Vi era continuamente un potere[n] che distruggeva qualsiasi possibilità di rifarsi una vita, dirigendola sempre in un "unico senso": distruzione lavoro e legami sociali con conseguente unica possibilità di sopravvivenza il ritorno in terra natia. Ad esempio nel 2006 quel potere ci fece perdere il lavoro ad Assisi: qui in condizioni di povertà e chiedendo assistenza ci trovavano dunque subito un posto in Caritas in Veneto e contattavano i parenti... Questo succedeva pure a Terni nel 2007, e  ancora nel 2008 a Pescara e nel  2009 a Fano.
La cosa più evidente successe nel 2010 quando quel potere si attivò facendoci sfrattare in maniera irregolare da una stanza: e fu proprio attraverso proprio l'uso strumentale di alcune forze dell'ordine che quel potere ci spedì con un foglio di via  ovviamente in Veneto. Cosa che non riuscì perché fermata da un avvocato
[n]. E poi ancora  in gennaio 2012, e ancora.. e in ultima nel 2017 con una modalità ancora da chiarire del tutto...
Per 4 anni, dal 2010 al 2014, quel potere ci ha impedito pure di avere accesso alle strutture per i poveri e abbiamo dovuto vivere senza un letto, passando la giornata nelle biblioteche e nei centri commerciali, raccogliendo cibo alla sera dagli alberghi e dalle gastronomie ...E dormendo nei parcheggi sotterranei, o nascosti in altre zone.
Nel 2014 cominciò un'altra fase. Ritornammo in un certo senso ad una vita normale, ma sempre tagliati fuori dalla possibilità di agire e pure dal curarsi la salute
[n] .

Nel 2004 avevamo una casa. Il 3 giugno 2005 partimmo da casa in cerca di smuovere la giustizia. Io avevo allora 36 anni e Giovanna due meno di me. Pensavamo in maniera diversa di ora, e pensavamo che saremmo tornati dopo alcuni mesi a prendere in mano ciò che ci era stato rubato: ma quel viaggio non ebbe mai ritorno. Oggi, nel 2018, sono passati più di dodici anni dall'inizio di quel viaggio , io ho quasi 49 anni e tutti i segni addosso di quello che ho passato.  All'inizio credevo nella giustizia o credevo comunque che i miei sforzi sarebbero serviti a qualcosa e/o a qualcuno. Ora invece quel viaggio mi riconsegna solo molti acciacchi, molti problemi di salute,  e situazioni mai risolte e nessun indennizzo per quanto subito.
Quel potere è poi sempre là pronto a rifare qualche scherzetto, come  in ottobre 2017: questo perché evidentemente quelle persone a cui ci siamo rivolti, forze dell'ordine e/o magistrati,  non hanno fatto nulla per fermarlo e/o arginarlo.  Lo scenario  raccontato in queste pagine di  più di 12 anni di fatti,  è inquietante. Come pure è inquietante il numero di persone che hanno fatto del male ingiusto senza pagarne nessuna conseguenza e che continuano a farlo.

Presentazione.
Autodifesa-Self Defense è:
  1. Una richiesta di aiuto rivolta alla comunità italiana e internazionale AL FINE DI OTTENERE ASSISTENZA LEGALE e GIUSTIZIA per il nostro caso specifico.
  2. Un avvertimento/testimonianza sulla grave situazione di ingiustizia e corruzione presente in Italia: il nostro caso personale, che ha toccato i maggiori palazzi di giustizia (Roma, Napoli, Perugia, Firenze, Padova, Pescara...), ha fatto emergere una situazione generale allarmante.
  3. Una denuncia pubblica contro una cerchia di persone che ha dimostrato di poter giostrare forze dell'ordine e LEGGE a proprio piacimento: pochi e mirati personaggi all'interno degli uffici giusti dirigono le cose come meglio aggrada a tale potere e senza curarsi minimamente delle leggi...
  4. Una denuncia pubblica contro  azioni illecite fatte da alcune forze dell'ordine.
  5. Un articolato insieme di informazioni utili per capire il fenomeno: i fatti riguardanti la nostra storia presente  e l'intrecciarsi degli stessi con la storia passata italiana. La storia dell'ambiente dal quale proveniamo  e le infiltrazioni nei punti cardine del potere della nazione che hanno permesso di bloccare qualsiasi intervento di giustizia a nostro favore.
  6. Un avvertimento;
  7. Un inglobatore di bastardi[x].
  8. Un testamento sulla nostra volontà da vivi e da morti[n].
INNANZI A TUTTO
Autodifesa è il nostro avvocato difensore: presenta documenti e/o prove di documenti che sono stati smarriti e/o sottratti nei palazzi di giustizia e/o viceversa segnalati come pervenuti ma mai registrati. Mostra ripetuti errori di giustizia , procedimenti mai iscritti, inazioni e omissioni delle forze di polizia, sfratti irregolari effettuati con la forza, mobbing sociale e tortura,  informazioni soppresse, tentativi di delegittimazione, diffamazione, rebuking...



Da dove cominciare a leggere?
E' stato inserito uno schema e/o guida di lettura: link

 
Approfondimenti
Risulta fondamentale  per capire la nostra situazione, capire alcuni aspetti  profondi della realtà italiana. Esponiamo questi aspetti e i risultati dei nostri studi  nelle pagine denominate "Unico-Veneto Background", dove sintetizziamo in alcuni video documentari e dossier,  l'ambiente veneto dal quale proveniamo e gli intrighi internazionali legati a tale ambiente:  dalla mafia veneta alle  organizzazioni paramilitari di estrema destra, alla strategia della tensione, all'infiltrazione della mafia nelle aziende, le amicissie  con gli ambienti militari, il fascismo universale nato a Venezia, il vero volto dello spirito del secessionismo veneto, i movimenti di autonomia e le correlazioni con altri numerosi aspetti ...
.(C) 2005-2018 Matteo & Giovanna




Parole dovute.:
in queste pagine presentiamo dei fatti gravi accaduti all'interno delle Istituzioni dello Stato Italiano.  Non vogliamo sostituirci alla magistratura, ma riteniamo doveroso dover presentare, senza censure, quanto da noi patito e appreso.
Persistendo una situazione di pericolo, mai risolta né dalla magistratura né dalle forze dell'ordine, che si dicono incapaci di risolvere un problema come il nostro e che si rifiutano di fare un qualche cosa per tirarci fuori da questa situazione. Visto che la situazione  si aggrava di giorno in giorno, siamo costretti  a rendere pubbliche - a nostra tutela e della comunità -  alcune informazioni che nelle prime fasi di stesura di questo sito erano state omesse.

Terminologia
Codici MD5: elenco di codici Md5 che servono per determinare se un documento digitale, da noi fornito,  è stato alterato e/o contraffatto.
StoryBoard: raccolta di documenti, elementi e prove redatto nel 2009
Archivio 17, abbrev: "A17": archivio di documenti, elementi e prove, e persone (per l'identificazione) aggiornato al 2017/18.
Fenili*, Sammartino*, Concanesia*, Sangregorio*, Piedigrossi* : sono pseudonimi.

__________________________


Contenuto del div.